"L'anima buona di Sezuan"                             di B.Brecht  - regia di Benno Besson

 

Teatro Argentina di Roma - (1973)

 

"L'anima buona di Sezuan" di B.Brecht, regia di Benno Besson. (nella foto, il nonno)

E un giorno, anzi, una sera, successe una cosa strana. Ero andata a vedere uno spettacolo d'avanguardia in una cantina di Roma. E lý incontrai Franco Enriquez, che allora dirigeva il Teatro Stabile di Roma. Mi chiese se volevo fare teatro e io gli dissi di no. Ci˛ nonostante mi preg˛ di andare da lui la mattina dopo. Ci andai. Enriquez ancora insistette per sapere che cosa ne pensassi: fare  teatro o no. Ricordo che gli dissi che ero stufa del "blÓ blÓ" del teatro e che solo un ruolo senza "parole", e con una "maschera" sul viso, avrebbe potuto interessarmi. Mi guard˛ esterrefatto e mi rispose: "Allora ho qualcosa per te". E fu cosý che feci il nonno, muto e con la maschera.  Chiaramente fu una sfida la mia, come dire "in queste condizioni vediamo chi Ŕ bravo"...

Sono passati tantissimi anni... e ora lo posso dire: il mio "nonnino" ebbe un grandissimo successo di pubblico e la stampa fu assai generosa con me.

 

<< Indietro