L'Homerata

        www.theSimpson.it

Intervista di Alberto

    

        3 Aprile 2004 - Chiacchierata via e-mail con Liù Bosisio

   

 

Chi è Liù Bosisio?
- Una donna come tante, e mi devi credere.

Cosa fai nella vita?
- Bella domanda! Cerco di invecchiare il più serenamente possibile, cosa non facile.

Passatempi?
- Duemila! Non mi annoio mai! Dipingo, faccio collages, ceramica raku, scultura, leggo libri, ascolto musica, chatto, scrivo, gioco in yahoo a tutto: gin, biliardo, domino ecc...

Che altro ancora?
- Frequento corsi universitari di vario genere (università delle terza età)... insomma, tante cose così.

Amicizie?
- Ahimè, molto poche ormai. Gli amici più cari se ne sono andati... quelli rimasti vivono lontano. Ogni anno mi faccio un giro per l' Europa per andarli a trovare, per tenere vivi i legami. Non si può vivere senza amici. Quelli che non ci sono più erano forse i più cari ed hanno lasciato un vuoto indescrivibile ed un grande rimpianto.

 Il lavoro?
- Sono in pensione finalmente! Non ne voglio più sapere né di teatro, né di cinema o TV. A suo tempo ha avuto molta importanza. La passione, capisci? la passione! Poi, piano piano, ha finito col diventare solo un lavoro. Tu hai chiesto mai ad un operaio quante viti e bulloni ha costruito in un giorno??? Ebbene: per me è lo stesso, un lavoro che ora, fortunatamente, non ho più bisogno di fare. A quei tempi avevo un figliolino piccolo ed ero vedova: ho DOVUTO resistere.

Il doppiaggio?
- Ne ho fatto tanto, sì. Nelle pause fra una tournèe e l'altra. Ora, da dieci anni e più, faccio i Simpson e, come tutte le cose di questo mondo, dapprima mi divertivo e molto. Ora anche quello ha finito per diventare routine, ma mi dà danaro, e allora benvenuto sia.

L'importanza di Marge nella tua vita?                                                                                  - L'importanza di Marge nella mia vita? Ma parli sul serio?.. Come puoi pensare che in una vita tormentata come quella che ho avuto io, Marge possa incidere in qualche modo?     Mi dispiace deluderti... Forse sei ancora molto giovane... non so, ma le cose stanno così.

Cosa pensi dei  Simpson?
-
Li trovo intelligenti e divertenti, ma anche loro fanno parte del gigantesco business che fa ruotare il mondo... e allora? Non c'è risposta a questo.

 E il computer ?..
- Ora per me è indispensabile: mi permette di viaggiare, vedere posti mai visti, conoscere tutto quello che non ho avuto modo e mezzi e tempo di conoscere lungo il mio percorso di vita. Se mi vuoi castigare seriamente, portami via il pc.

Parliamo di Fantozzi...
- Ecco: questo è un punto dolente della mia vita. Trent'anni di ottimo teatro spazzato via da un film commerciale... una grande tristezza. In quanto a Pina, l'ho amata in maniera totale ed assoluta. Pina, la MIA Pina... era la donnina che incontravo al mercatino rionale al venerdì, era la portinaia del palazzo di fronte, era la malinconica massaia di ogni condominio alveare... le donne che vedi sul tram di periferia... stanche, disilluse, ma che per i loro mariti avrebbero dato la vita. Ed anche ai loro piccoli mostricciatoli di figli, condannati a diventare altrettante Pine o Ugo... Questo per me è stata Pina, sì, questo. Poi l'ho abbandonata. Non mi piacciono le cose fatte in serie e solo per fare danaro.

Qualche chicca sui Simpson?
- Ma la vuoi davvero? Eccola: da quando ho cominciato a fare i Simpson ho sempre dovuto lottare per avere il dovuto. Il danaro intendo. Mediaset non pagava e non paga se non con sei, otto mesi di ritardo,  alla faccia di Berlusconi! E sai che vuol dire questo per uno che ha famiglia?.. Ma è meglio stendere un velo pietoso anche su questo.

 

 

<< Indietro