Ciò che si vuole da me

 

 Tri-tu-rare

le sillabe che mi assillano

Sca-ra-ven-tare

lontano gli aggettivi

Sbri-cio-lare

la sintassi che mi imbriglia

Ro-ve-sciare

la logica che mi gela

Tra-vol-gere

 i concetti che mi aggiogano

Es-tir-pare

 le idee che mi perseguono

Sra-di-care

le emozioni che mi soffocano

Strac-ciare

i lemmi del mio spirito

Stra-sci-nare

come straccio l’esperienza

Svel-lere

le radici dei ricordi

 

Ed infine

Strap-pare un applauso

Strin-gendo il nulla.

 

 

 

 

<< Indietro