Il figlio

 

 

Eri piccino e ti tenevo per mano.
Alzavi la testina e mi guardavi da sotto in su

- mi sorridevi –

tenero e buffo,

mio piccolo amore...

Ed ora... dove sei figlio mio?


Crescere t'ha fatto male anima cara...

spade acuminate ti hanno trafitto

il buio dei giorni ti hanno perduto

vicoli ciechi ti hanno inghiottito…


Ed ora... dove ti cerco, dolce mio figlio?…

 

 

 

 

 

 

<< Indietro