Albergo a ore

 

 

Squallide stanze di periferia

incontri tormentati e frettolosi

- 20 euro un’ora -

così ha detto il portiere.

 

Scale buie

salite di corsa

gradini sgretolati

il cuore che spinge

stretto tra i denti

le ossa dei fianchi

che già aprono la via

a quello che sarà

un racconto d’amore.

 

"Vedi, è amore anche la

fretta tutta fibbie lacci e brividi"

sussurrava così quella cara canzone

- è tardi devo andare, altro m'aspetta -

no non ancora, ti prego, non ancora.

 

Scale buie

scese di corsa

sgretolati gradini

il cervello che incespica

cercando la bugia

il rientro affaticato

nella cucina illuminata

il bacio familiare

sempre più distratto.

 

Sconsolate mense di periferia

rumore di piatti e fragorosi silenzi

orizzonti lacerati

da inaccessibili sogni.

 

 

 

 

 

 

 

<< Indietro