Canzonetta

 

 Aprire il frigo - non trovare niente -

niente di niente e poi ancora niente.

Andare per via - non vedere nessuno -

Bussare alle porte? Cercare qualcuno?

Inutile battito - nocche gelate -

spio le finestre, ma sono serrate.

Luci sbiadite, a offuscare i miei passi

piedi dolenti - inciampare nei sassi -

Alberi nudi con braccia distese

spoglie di foglie e inutili attese.

Viali deserti - brumosi, silenti -

vento sferzante e batter di denti.

Vagar senza meta - cercando che cosa?

Forse un tè caldo, forse una rosa…

Una rosa nel gelo? Che sogno bislacco!

 Cercare una rosa da metter nel sacco

una rosa di ghiaccio nel mio sacco sdrucito,

pieno di sogni e di un cielo infinito,

di logori abbagli e frammenti di vita,

ritagli preziosi da tener tra le dita…

Occhi socchiusi e ciglia tremanti

Non so se di risa o sterili pianti.

Andare per strada - non chiedersi niente –

svuotare la testa, liberare la mente.

Poi viver cantando canzoni stonate

che strappano risa e gocce salate.

 

 

 

 

 

 

<< Indietro